Parco dell'Alta Murgia
Parco dell'Alta Murgia
Territorio

Trasformazione abusiva di un pascolo nel Parco dell'Alta Murgia

Sequestrato un terreno di 58 mila mq e deferito il titolare per violazione alla normativa ambientale e paesaggistica

I militari della Stazione Carabinieri Parco di Andria hanno portato a termine una specifica attività d'indagine scaturita a seguito di ripetuti controlli su alcune zone del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Sotto osservazione la località "Punta Bosco di Spirito" ove i militari hanno verificato che alcune aree in origine coperte da vegetazione spontanea tipica delle Murge (pseudo steppa del mediterraneo), sono state di recente oggetto di trasformazioni attraverso dissodamento, scarificatura e frantumazione meccanica delle rocce calcarei. L'area è risultata molteplicemente vincolata sotto il profilo paesaggistico essendo oltre che Parco, anche Zona di Protezione Speciale, Sito di Importanza Comunitaria e area a vincolo idrogeologico, nonché ricompresa nelle tutele del Piano Paesaggistico Regionale.

Nonostante la pregnante vincolistica ambientale, i lavori di trasformazione sono risultati sprovvisti dei prescritti titoli abilitativi contrastando così il divieto assoluto di trasformazione e distruzione di aree naturali pascolive categoricamente vietato dalle norme interne ed europee. Per questo l'intera superficie, circa 58 mila mq è stata posta sotto sequestro preventivo e il proprietario, originario di Andria già altre volte deferito per identiche violazioni, è stato nuovamente segnalato all'Autorità Giudiziaria di Trani.

I militari della Stazione Carabinieri Parco di Andria hanno portato a termine una specifica attività d'indagine scaturita a seguito di ripetuti controlli su alcune zone del Parco Nazionale dell'Alta Murgia.
Sotto osservazione la località "Punta Bosco di Spirito" ove i militari hanno verificato che alcune aree in origine coperte da vegetazione spontanea tipica delle Murge (pseudo steppa del mediterraneo), sono state di recente oggetto di trasformazioni attraverso dissodamento, scarificatura e frantumazione meccanica delle rocce calcarei. L'area è risultata molteplicemente vincolata sotto il profilo paesaggistico essendo oltre che Parco, anche Zona di Protezione Speciale, Sito di Importanza Comunitaria e area a vincolo idrogeologico, nonché ricompresa nelle tutele del Piano Paesaggistico Regionale.

Nonostante la pregnante vincolistica ambientale, i lavori di trasformazione sono risultati sprovvisti dei prescritti titoli abilitativi contrastando così il divieto assoluto di trasformazione e distruzione di aree naturali pascolive categoricamente vietato dalle norme interne ed europee.
Per tali motivi l'intera superficie, circa 58 mila mq, è stata posta sotto sequestro preventivo e il proprietario, originario di Andria già altre volte deferito per identiche violazioni, è stato nuovamente segnalato all'Autorità Giudiziaria di Trani.
  • parco nazionale alta murgia
  • carabinieri forestali
Altri contenuti a tema
“Viste DiVersi”: un concorso di poesia per promuovere arte e natura “Viste DiVersi”: un concorso di poesia per promuovere arte e natura Il bando del Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Censimento cinghiali nel Parco, ecco come partecipare Censimento cinghiali nel Parco, ecco come partecipare Il censimento sarà fatto nei giorni 19-20-21-22 febbraio 2019
Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia parte attiva nel processo per la stesura della Legge sulla Bellezza del territorio pugliese Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia parte attiva nel processo per la stesura della Legge sulla Bellezza del territorio pugliese Il Parco ha aderito all'iniziativa dell'assessorato regionale alla pianificazione territoriale
Gestione cinghiali, «Necessario intensificare e potenziare controlli e azioni» Gestione cinghiali, «Necessario intensificare e potenziare controlli e azioni» Il Parco dell'Alta Murgia fa il punto della situazione
Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia diventa un “Parco libero dalla plastica” Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia diventa un “Parco libero dalla plastica” Il decalogo per un “Parco plastic free”
1 Controlli dei Carabinieri Forestali nel PNAM, Troia: «il Parco è un “Ente certificato”» Controlli dei Carabinieri Forestali nel PNAM, Troia: «il Parco è un “Ente certificato”» Il plauso del presidente all'indomani dell'operazione svolta negli agriturismi
Parco Nazionale dell’Alta Murgia e ARIF insieme per la cattura dei cinghiali Parco Nazionale dell’Alta Murgia e ARIF insieme per la cattura dei cinghiali Firmata ieri mattina la convenzione, presso l'Azienda dell'ARIF "Cavone" a Spinazzola
Cattura dei cinghiali nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia: presentazione del Piano di Gestione Cattura dei cinghiali nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia: presentazione del Piano di Gestione Sono stati montati e già dislocati nel territorio del Parco, 6 "Corral", recinti per la cattura dei cinghiali la cui presenza è sempre più massiccia
© 2001-2019 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.