Francesco Tarantini
Francesco Tarantini
Territorio

Castel del Monte, il punto della situazione a una settimana dall’incendio

Tarantini (Parco Alta Murgia): «Potenzieremo il sistema di prevenzione»

Dopo l'incendio che il 6 agosto scorso ha colpito il bosco di Castel del Monte, il Parco dell'Alta Murgia ha convocato una riunione straordinaria per fare il punto sull'episodio e discutere ulteriori misure di prevenzione e contrasto del fuoco. Hanno partecipato al confronto, oltre al presidente Francesco Tarantini, il Sindaco di Andria Giovanna Bruno, il dirigente della Protezione Civile Puglia Nicola Lopane, il responsabile COR della Protezione Civile Lucio Pirone, la direttrice del Castello Elena Silvana Saponaro, il direttore generale dell'Arif Puglia Francesco Ferraro e il comandante dei Carabinieri Forestali Parco Giuliano Palomba.

Nell'incontro è emerso che il bosco è stato solo marginalmente lambito dal passaggio del fuoco e si sono evidenziate ulteriori misure da attuare per rafforzare il sistema antincendio e garantire la sicurezza delle persone. Tra queste, un incremento delle aree controllate attraverso il pattugliamento, il potenziamento dei punti di approvvigionamento idrico all'interno della pineta e l'utilizzo di fototrappole.

«Con un lavoro di sinergia tra gli enti vogliamo mantenere alta l'attenzione sul bosco di Castel del Monte, potenziando ulteriormente la prevenzione e il contrasto degli incendi» ha dichiarato Francesco Tarantini, presidente del Parco dell'Alta Murgia. «È quasi al via l'intervento per la messa in sicurezza della pineta, dopo aver attraversato un lungo iter autorizzativo. Oltre a questo, anche altri boschi di proprietà pubblica come Acquatetta, Monte Cucco, Cecibizzo e Povera Vita saranno oggetto di interventi con i fondi programma "Parchi per il clima", già da tempo progettati dal Parco ma soggetti ad articolati iter autorizzativi di competenza di vari enti» ha aggiunto.

Durante la riunione è stato illustrato il progetto del Parco per la messa in sicurezza del bosco, che partirà in autunno. Saranno attuati interventi specifici di selvicoltura naturalistica, per incrementare la resistenza al passaggio del fuoco e la biodiversità della pineta. Nello specifico si andranno a eliminare le piante morte o deperienti per favorire il rinnovo spontaneo delle specie quercine autoctone, rafforzandone la presenza attraverso l'impianto in alcune piccole aree. Inoltre, verrà ripristinata la viabilità interna della pineta a servizio delle attività antincendio boschivo.
  • castel del monte
  • Parco Alta Murgia
  • Francesco Tarantini
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Altri contenuti a tema
Un progetto per tutelare habitat e specie del Parco Nazionale dell’Alta Murgia Un progetto per tutelare habitat e specie del Parco Nazionale dell’Alta Murgia Quattro pubblicazioni illustrano il patrimonio di biodiversità racchiuso nelle zone umide del Parco
Un bando per la gestione sostenibile dei rifiuti nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia Un bando per la gestione sostenibile dei rifiuti nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia Contributi per la promozione di compostiere di comunità
Il Parco dell'Alta Murgia festeggia i parchi centenari e certifica gli operatori turistici Il Parco dell'Alta Murgia festeggia i parchi centenari e certifica gli operatori turistici Prevista la firma del memorandum del progetto Medusa
Dolce tramonto sulla Murgia fra escursionismo e visite guidate Dolce tramonto sulla Murgia fra escursionismo e visite guidate L'iniziativa toccherà Minervino Murge nella giornata di domenica
Lotta agli incendi boschivi: riuniti nel Parco dell'Alta Murgia tutti i soggetti coinvolti Lotta agli incendi boschivi: riuniti nel Parco dell'Alta Murgia tutti i soggetti coinvolti In questi giorni prenderà il via un'apposita campagna di sensibilizzazione
Tutela della biodiversità nel Parco Alta Murgia contro la deriva degli alimenti "Frankenstein" e le scorribande dei cinghiali Tutela della biodiversità nel Parco Alta Murgia contro la deriva degli alimenti "Frankenstein" e le scorribande dei cinghiali Prosegue la raccolta firme della petizione di Coldiretti
Divieto di discesa nella miniera di bauxite Divieto di discesa nella miniera di bauxite Lo ha disposto il presidente del Parco nazionale dell'Alta Murgia
Delegazione dalla Romania in visita a Castel del Monte Delegazione dalla Romania in visita a Castel del Monte Sarà accompagnata dal consigliere regionale Grazia Di Bari
© 2001-2024 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.