Carne rossa
Carne rossa
Vita di città

I pugliesi spendono di più per mangiare e meno per la cultura

Indagine di Confartigianato su dati Istat: in media oltre 2mila euro al mese

I pugliesi sono quelli che in Italia spendono più di tutti per mangiare, bere e vestirsi. Lo dice un'indagine dell'osservatorio economico di Confartigianato Imprese Lecce, elaborata su dati Istat, secondo cui i cittadini che vivono in Puglia badano all'essenziale e meno, invece, ad altre spese come quella per esempio per lavori di manutenzione della casa, trasporti, istruzione e la cultura.

In particolare ogni mese i pugliesi sborsano, in media, 446 euro per l'acquisto di generi alimentari e bevande non alcoliche, pari al 21,7 per cento della totale della spesa (2.061 euro), mentre la media nazionale si ferma a 436 euro. Per le bevande alcoliche e i tabacchi si spendono 44 euro in media a testa e per l'abbigliamento e le calzature circa 120 euro contro i 114 della media nazionale. Le differenze emergono al contrario, però, quando si parla di casa, per la quale i pugliesi impegnano, mediamente, 662 euro al mese contro una media nazionale di 913 euro. Nell'importo sono comprese anche le utenze domestiche. La spesa per i mobili, gli articoli e i servizi in casa è di 97 euro al mese, contro i 102 della media italiana.

Maggiori differenze si evidenziano quando si parla di cultura e spettacoli: ogni cittadino pugliese spende in media appena 78 euro contro una media nazionale di 121 euro. Per l'istruzione 10,84 euro contro 14,07. Le differenze scompaiono quasi del tutto quando si parla di sanità (107 euro contro 109).
  • confartigianato puglia
Altri contenuti a tema
Caro energia, Confartigianato lancia l'allarme: «Problema sottostimato» Caro energia, Confartigianato lancia l'allarme: «Problema sottostimato» Sgherza: «Se non verranno adottate misure tempestive, migliaia di imprese pugliesi rischiano il default»
Irap, le aziende pugliesi pagano oltre tremila euro Irap, le aziende pugliesi pagano oltre tremila euro Confartigianato: «pressione fiscale, ostacolo verso la ripresa»
Aumenta in Puglia l'utilizzo dei voucher Aumenta in Puglia l'utilizzo dei voucher Nel primo trimestre venduti oltre un milione e mezzo di buoni lavoro
Raccolta RAEE, ottima crescita nella Bat con il +26,68 nel 2015 Raccolta RAEE, ottima crescita nella Bat con il +26,68 nel 2015 Pubblicati i dati del dossier sulla gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche
Artigianato, calo del numero delle aziende in Puglia Artigianato, calo del numero delle aziende in Puglia L'indagine del Centro Studi di Confartigianato sui dati Unioncamere
Confartigianato: Puglia in prima linea per i fondi Ue Confartigianato: Puglia in prima linea per i fondi Ue Sgherza: «Resta comunque il rischio di deserto industriale»
In Puglia il 2,8% delle famiglie non ha un impianto di riscaldamento In Puglia il 2,8% delle famiglie non ha un impianto di riscaldamento La rilevazione a cura del Centro Studi di Confartigianato Imprese su dati Istat
Puglia, le imprese dell’artigianato alimentare resistono alla crisi Puglia, le imprese dell’artigianato alimentare resistono alla crisi I dati di Confartigianato: la Regione conta 249 prodotti agroalimentari tradizionali
© 2001-2022 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.