Renato Nitti
Renato Nitti
Attualità

Mafie nella Bat, il procuratore Nitti: «Clan aperturisti e tolleranti»

«Non c'è controllo esclusivo del territorio»

I gruppi criminali attivi nella provincia di Barletta-Andria-Trani, non hanno «protezione del proprio territorio ma hanno una forma di apertura. L'aspetto importante, secondo una mentalità levantina che esiste anche nei clan baresi, è fare profitto subito». A sottolinearlo in un'intervista rilasciata a Dire è stato Renato Nitti, capo della procura di Trani da anni impegnato nel contrasto alle mafie.

Nel nord barese i clan «non operano il controllo in modo esclusivo e questo comporta una grave conseguenza» ha evidenziato, spiegando che «oltre alla mafia tradizionale vi è un sottobosco di criminalità, tollerato ampiamente dalle mafie, che riesce a proliferare e a creare enormi danni all'economia e alla popolazione. Anzi, le caratteristiche che hanno mostrato alcuni gruppi sono state quelle di una straordinaria apertura rispetto ad altri clan o mafie, consentendo di operare in questo territorio a tutto danno della collettività».

L'intreccio mafioso si esplica anche nelle modalità seguite per la commissione di delitti: la provincia Bat registra un numero elevato di lupare bianche. «A livello regionale il numero dei casi che riguardano la Bat è elevato e in proporzione spicca rispetto ad altri luoghi. È fuori discussione che storicamente questa metodologia sia stata importata dalla ndrangheta» ha chiarito.

Per il procuratore «questo ha un significato molto importante: è risaputo che nel nostro territorio vi sono mafie autoctone ed è altresì risaputo che le mafie anche più risalenti abbiano avuto stretti rapporti sia con la ndrangheta che con la camorra campana. È assai facile che vi sia stato un trasferimento di indicazioni e informazioni e tradizioni in questo senso» ha concluso.
  • provincia Bat
  • Renato Nitti
Altri contenuti a tema
Ufficio scolastico provinciale Bat, si attende la nomina del direttore Ufficio scolastico provinciale Bat, si attende la nomina del direttore Nuovo incontro il prossimo 6 dicembre per definire i dettagli. La sede è stata individuata a Barletta
Buche sulle strade provinciali, Patruno: «Subito un intervento tampone» Buche sulle strade provinciali, Patruno: «Subito un intervento tampone» Il Sindaco: «Continueremo a sollecitare la Provincia»
Interventi urgenti al via sulle strade provinciali, Di Noia: «Pronti 100 mila euro» Interventi urgenti al via sulle strade provinciali, Di Noia: «Pronti 100 mila euro» Si partirà dai tratti più degradati nei territori di Spinazzola e Minervino Murge
Centri impiego Bat, quasi 1200 curricula trasmessi alle imprese Centri impiego Bat, quasi 1200 curricula trasmessi alle imprese 364 le attuali posizioni aperte sul territorio
Arpal, 380 lavoratori ricercati dalle imprese nella Bat Arpal, 380 lavoratori ricercati dalle imprese nella Bat Registrati 127 annunci attivi nell'ultimo report
«Barletta unico capoluogo Bat», si torna a discutere su un ricorso che pende al Consiglio di Stato «Barletta unico capoluogo Bat», si torna a discutere su un ricorso che pende al Consiglio di Stato L'obiettivo del comitato promotore è la cancellazione dello status di capoluogo assegnato ad Andria e Trani
Vaiolo delle scimmie, primo caso nella Bat Vaiolo delle scimmie, primo caso nella Bat Il giovane ha accusato alcuni sintomi dopo un viaggio in Marocco
Rogo a Castel del Monte, aperta un'inchiesta Rogo a Castel del Monte, aperta un'inchiesta Lo hanno confermato fonti della Procura di Trani. Non si esclude la pista dolosa
© 2001-2022 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.