Il sindaco Michele Patruno
Il sindaco Michele Patruno
Vita di città

Primo contagio a Spinazzola e quarantena, i chiarimenti di Patruno

La distinzione fra contatti diretti e contatti di terzo livello nelle precisazioni del sindaco

Precisazioni doverose quelle che il sindaco di Spinazzola Michele Patruno ha ritenuto comunicare con un video messaggio alla città.

«Si stanno verificando episodi spiacevoli in città che mi portano a spiegare la situazione e darvi opportuni chiarimenti» - dichiara il primo cittadino facendo riferimento al primo caso di contagio da Coronavirus a Spinazzola, che ha comportato la misura di quarantena per i suoi familiari.

«Mi sono interfacciato con i responsabili della Asl e sono qui a spiegarvi ciò che mi hanno riferito. Individuate le persone che avevano avuto contatti diretti col paziente risultato positivo al covid-19, sono state sottoposte a quarantena per un periodo di 14 giorni.

Ma questa misura precauzionale non è stata applicata ai parenti e ai familiari di coloro che hanno avuto contatti diretti con il paziente positivo perchè ritenuti "contatti di terzo livello". Questo significa che se li vedete uscire è perchè hanno facoltà di farlo stando alle indicazioni dei professionisti che stanno gestendo la situazione» - spiega Patruno.

«Non dovete allarmarvi, è tutto sotto controllo» - continua, invitando i cittadini a fidarsi di quelle che sono le indicazioni che provengono dalla Asl e dal Dipertimento di igiene.

«Se ci fossero stati problemi, la Asl avrebbe sottoposto a quarantena anche i familiari stretti delle persone venute a diretto contatto con il paziente contagiato. Quindi - conclude - ascoltiamo tecnici e professionisti del settore e, soprattutto, cerchiamo di rispettare le già grosse difficoltà che le famiglie in quarantena stanno vivendo cercando di esser loro vicini e di non allontanarli come se fossero appestati.

Vi invito a rimanere a casa perchè l'unico vaccino per questa situazione è rimanere a casa. Per cortesia aiutateci -l'appello del sindaco - perchè non possiamo controllare tutto il territorio comunale, i controllori migliori dovete essere voi stessi, non possiamo permetterci di giocare su una cosa seria».
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Misure di contenimento, controllate oltre 1200 persone e 154 attività commerciali Misure di contenimento, controllate oltre 1200 persone e 154 attività commerciali Più di un centinaio di sanzioni e denunce nella provincia
Coronavirus, superata quota 2000 contagi. Un morto nella BAT Coronavirus, superata quota 2000 contagi. Un morto nella BAT Sono 131 i tamponi risultati positivi in Puglia
Coronavirus, 19 morti in Puglia. Cinque nuovi casi nella BAT Coronavirus, 19 morti in Puglia. Cinque nuovi casi nella BAT Sale a 1946 il numero dei contagiati
Coronavirus, sì a passeggiate con bambini o anziani con un solo tutore Coronavirus, sì a passeggiate con bambini o anziani con un solo tutore I chiarimenti nella circolare del Viminale
Forze di Polizia, nella BAT controllate oltre 1500 persone Forze di Polizia, nella BAT controllate oltre 1500 persone Ieri sanzioni per 95 persone e 6 esercizi commerciali, 11 le denunce elevate
Bollettino coronavirus, 8 nuovi casi nella BAT. 19 i decessi in Puglia Bollettino coronavirus, 8 nuovi casi nella BAT. 19 i decessi in Puglia Salgono a 39 i pazienti guariti
Nasce a Spinazzola "Storie di quarantena", diario di bordo di comunità Nasce a Spinazzola "Storie di quarantena", diario di bordo di comunità Assembramenti di pensieri, storie e emozioni ai tempi del coronavirus
1 Sanità: prorogata fino al 3 aprile la sospensione delle attività non urgenti Sanità: prorogata fino al 3 aprile la sospensione delle attività non urgenti Lo comunica la Regione Puglia. Garantiti i ricoveri urgenti e non differibili (codici U e B)
© 2001-2020 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.