Lotta al caporalato
Lotta al caporalato
Scuola e Lavoro

Lotta al caporalato, al via la Rete del lavoro agricolo di qualità nella Bat

Cgil e Flai: “Una battaglia di civiltà che così continuiamo a combattere”

"L'abbiamo più volta chiesta, finalmente siamo sulla strada giusta". Nella Prefettura di Barletta Andria Trani si è insediata stamattina la conferenza permanente che ha dato il via all'iter di istituzione nel territorio della Rete del lavoro agricolo di qualità. Si tratta di uno strumento che punta a trovare soluzioni contro il lavoro nero e lo sfruttamento dei braccianti nelle campagne, così come previsto nella legge del 29 ottobre del 2016, la 199, ribattezzata "anti-caporali". Mancava nella Bat, a Foggia, Lecce, Brindisi e Taranto era già nata. Ora in Puglia non c'è solo a Bari.

"Riteniamo di fondamentale importanza la riunione di stamattina per l'avvio della costituzione della sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità ringraziando Sua Eccellenza il Prefetto Sensi per l'impegno in tale direzione ma anche sul versante al contrasto al caporalato, come previsto nella Legge 199/2016", commenta Gaetano Riglietti, segretario generale della Flai Cgil Bat.

"La nascita della cabina di regia a livello territoriale costituisce un passo importante in avanti perché innanzitutto completa l'apparato normativo della legge 199/2016 anche in questa provincia e crea le condizioni affinché si possa finalmente estrinsecare non solo la parte repressiva della legge, ma anche quella propositiva, in particolare in materia di trasporto", aggiunge.

Presente all'incontro in Prefettura anche il segretario generale della Cgil Bat, Biagio D'Alberto che al tavolo ha ribadito "la necessità che le aziende si iscrivano alla Rete del lavoro agricolo di qualità perché condizione indispensabile affinché si valorizzino le imprese sane, la qualità del lavoro e i diritti dei lavoratori. Si tratta di una battaglia di civiltà che continuiamo a combattere per garantire agli addetti del settore, che siano locali o stranieri, una condizione di vita lavorativa dignitosa", conclude D'Alberto.
  • cgil bat
Altri contenuti a tema
Precari della sanità, Fp Cgil: «Traditi dalle azioni di governo» Precari della sanità, Fp Cgil: «Traditi dalle azioni di governo» Fp Cgil Bat in una nota a firma di Luigi Marzano e Rosa Matera
Agricoltura nella Bat, Flai Cgil: «Nessuna mancanza di manodopera» Agricoltura nella Bat, Flai Cgil: «Nessuna mancanza di manodopera» Il segretario generale della categoria Gaetano Riglietti focalizza l’attenzione su trasporto e DPI
«Ora e sempre Resistenza», Cgil e Anpi Bat celebrano il 25 aprile «Ora e sempre Resistenza», Cgil e Anpi Bat celebrano il 25 aprile Un video sulle pagine social per celebrare la Liberazione
Dalla Cgil Bat ai lavoratori: «Grazie ai nostri eroi» Dalla Cgil Bat ai lavoratori: «Grazie ai nostri eroi» I sindacati plaudono all’impegno e all’abnegazione di quanti assicurano il servizio sul territorio
Buoni spesa, servizio gratuito nei patronati della Cgil Bat Buoni spesa, servizio gratuito nei patronati della Cgil Bat Caaf a disposizione degli utenti in via telematica
Reddito di cittadinanza, D'Alberto: «I Comuni attivino Progetti di Utilità Collettiva» Reddito di cittadinanza, D'Alberto: «I Comuni attivino Progetti di Utilità Collettiva» Circa 5mila i percettori nella Bat ma solo Barletta sta procedendo alla progettazione dei PUC
Aumentano gli infortuni nel settore delle costruzioni, maglia nera per la BAT Aumentano gli infortuni nel settore delle costruzioni, maglia nera per la BAT I dati dell'INAIL Puglia
Provincia Bat, Rsu: “Dopo anni di inerzia, importante schiarita nelle relazioni sindacali” Provincia Bat, Rsu: “Dopo anni di inerzia, importante schiarita nelle relazioni sindacali” Si apre la strada verso il nuovo contratto integrativo decentrato
© 2001-2020 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.