Ambulanza
Ambulanza
Scuola e Lavoro

«Presidente Emiliano, per il 2020 dia ai soccorritori la dignità che meritano»

La lettera della moglie di un soccorritore precario

Pubblichiamo di seguito una lettera aperta della moglie di un soccorritore precario. La lettera, indirizzata al presidente Emiliano, è stata scritta poche ore prima dello scoccare del nuovo anno e chiede dignità per tutti quei soccorritori che attendono la stabilizzazione.

Caro Presidente Emiliano, le scrivo questa lettera per augurarle un buon Capodanno, ricco di soddisfazioni e successi e le auguro di passare questa festività con le persone a lei più care. Mio marito è un autista soccorritore del 118 e questa notte, la notte di Capodanno, sarà di turno. Io passerò questa serata da sola con i miei figli e ho promesso loro che mangeremo pane e Nutella per sopperire alla mancanza del padre, ma so già che non basterà. A mio marito ho preparato un pasto caldo da portare in postazione e da dividere con i colleghi.

So che lo mangeranno di fretta e se il telefono squillerà non lo mangeranno affatto. In notti come questa è ancora più difficile il loro lavoro. Il rischio che qualcuno si metta alla guida ubriaco è alto con tutte le conseguenze che ne derivano. Un soccorritore lo sa. Lo sa già quando indossa la divisa, lo sa quando saluta il collega al cambio turno, quando ci si scambia gli auguri per l'inizio del nuovo anno e ancora di più quello che la notte passi in fretta, che passi indenne, che tutto fili liscio. La concentrazione è sempre alta, ma in un giorno come questo deve esserlo di più.

Signor Presidente, prima di sedersi alla sua tavola stasera, pensi a tutti i soccorritori che saranno su un'ambulanza, che non dormiranno stanotte, che saranno intenti a salvare una vita e pensi anche alle loro famiglie, ai bambini che chiederanno dov'è il loro papà o la loro mamma e alla risposta orgogliosa che gli si dà tutte le volte "Aiuta le persone". Perché, signor Presidente, io sono orgogliosa del lavoro di mio marito, anche se lui stanotte non ci sarà.

Nel nuovo anno dia stabilizzazione a questo lavoro, dia ai soccorritori la dignità che meritano.

- La moglie di un autista soccorritore
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Assistenza sanitaria a Spinazzola: Cgil, Cisl e Uil scrivono al Dg Delle Donne Assistenza sanitaria a Spinazzola: Cgil, Cisl e Uil scrivono al Dg Delle Donne Le rivendicazioni dei sindacati contenute in un documento con proposte concrete condiviso dal sindaco Michele Patruno
Attiva la postazione fissa 118 Attiva la postazione fissa 118 Delle Donne: "È la risposta alle richieste della popolazione"
Assistenza sanitaria a Spinazzola, assemblea pubblica nella Camera del lavoro Assistenza sanitaria a Spinazzola, assemblea pubblica nella Camera del lavoro I cittadini parlano di una situazione precaria. La Cgil Bat presenterà rivendicazioni alla Asl
Da domani attiva una postazione medicalizzata aggiuntiva Da domani attiva una postazione medicalizzata aggiuntiva Delle Donne: "Risultato importante
A Spinazzola una postazione medicalizzata fissa aggiuntiva per l'inverno A Spinazzola una postazione medicalizzata fissa aggiuntiva per l'inverno Lo ha deciso la giunta regionale
Riqualificazione strutture sanitarie territoriali, Damascelli: "A rischio 400 milioni di fondi Fesr” Riqualificazione strutture sanitarie territoriali, Damascelli: "A rischio 400 milioni di fondi Fesr” Le osservazioni del consigliere regionale di Forza Italia
Entro fine anno il concorso unico per 1000 infermieri Entro fine anno il concorso unico per 1000 infermieri Lo ha annunciato il presidente Emiliano
Chiusura PPI di Spinazzola. Marmo a Emiliano: «Basta prendere in giro i cittadini» Chiusura PPI di Spinazzola. Marmo a Emiliano: «Basta prendere in giro i cittadini» La nota del presidente del gruppo consiliare di Forza Italia alla regione Nino Marmo
© 2001-2020 SpinazzolaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
SpinazzolaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.